Gallery

[AV] Run

[AV] Projects

GLI ALLIEVI DI AV DESPAR PROFETI IN PATRIA. LO SCUDETTO É LORO

Secondo gradino per la formazione femminile penalizzata da alcune importanti defezioni 

Decisiva la 4x 400 maschile seconda in 3’27” 47 dietro a Studentesca Rieti 

Le due formazioni di AV Despar, oro e argento ai societari under 18

Vincere fa sempre il suo effetto, ma se lo fai nella pista di casa la soddisfazione è impagabile. AV Despar conquista il terzo scudetto maschile negli ultimi quattro anni alla finale nazionale dei campionati di società under 18 che hanno avuto luogo al Campo Perraro tra ieri e oggi.  Un grande applauso alla formazione femminile che, se avesse potuto schierare Stella Zambolin e Greta Zanon e aver avuto a piena disposizione Margherita Zuecco, avrebbe potuto giocarsela con la Bracco Atletica che succede ad AV Despar dopo il successo della scorso anno a Bergamo. Atletica Vicentina porta a quindici gli scudetti conquistati nella sua storia e l’anno prossimo sarà di nuovo in Coppa Europa under 20, ma questa volta nella finale B, a causa delle retrocessione delle Fiamme Gialle, la squadra italiana che vi ha preso parte quest’anno.

La 4×400 di AV Despar

La sfida maschile ha registrato un finale concitato in quanto, ad una gara dal termine, AV Despar aveva solo qualche punto di vantaggio da Atletica Cento Torri e Fiamme Gialle, dopo una grande rimonta dal quinto posto della prima giornata. Il quartetto della 4x 400, formato da Elia Faccin, Simone Bisortole, Pietro Marangon e Michele Bertoldo, è riuscito nell’intento di tenersi alle spalle le due dirette inseguitrici nella classifica generale cedendo solo ad Atletica Studentesca Cariri. Tra i protagonisti di giornata sicuramente Catalin Bodean, d’oro nel martello con il nuovo personale di 59m 52 e, poco dopo, argento nel peso con 14m69. Prova generosa di Bertoldo che, nonostante le non perfette condizioni fisiche, non si risparmia e conquista l’argento nei 400 hs con 56″65 dopo il sesto posto nel triplo nella prima giornata. Negli 800 sorprende Pietro Fabris che, nel rettilineo finale, tira fuori tutta la grinta e conquista il bronzo con il nuovo primato di 2’00″87, contribuendo alla risalita in classifica della formazione maschile. Quarta piazza nell’alto con 1m91 per Giordan Fornasa che manca di poco il nuovo personale di 1m94. La seconda giornata al femminile vede la vittoria di Diletta Fortuna, condizionata da un problema muscolare,  che riesce a portare punteggio pieno nel disco con 43m52, ottenuto al sesto lancio, dopo il primo a 42m37. Già al primo tentativo aveva messo al sicuro la vittoria e, dopo aver rinunciato ai lanci intermedi, ha deciso di fare l’ultimo incrementando la misura. AV Despar deve rinunciare a schierare Margherita Zuecco, sicura protagonista nei 200, che si infortuna durante il riscaldamento. Al posto arriva giusta in tempo per correre Virginia Brandy James che si comporta egregiamente classificandosi all’ottavo posto con il nuovo personale di 26″48.

 

Catalin Bodean oro nel martello ed argento nel peso/Foto Ardelean

Classifiche. Allievi: 1. Atl. Vicentina 151 2. Cento Torri 145 3. Studentesca Rieti 143 4. Fiamme Gialle 142 5.  Fiamme Oro 136.5 6. Bergamo 1959 123.5  7. Cus Parma 121 8. La Fratellanza 120.5 9. Atl. Futura  115 10. Gavirate 114 11. Biotekna Marcon 111 12. Self Montanari & Gruzza 98. Allieve: 1. Bracco Atletica 161 2. Atl. Vicentina 146 3. Acsi Italia 139.5 4. Firenze Marathon 131 5. Cus Parma 129 6. Trionfo Ligure 127  7.  Studentesca Rieti  124 8. Bergamo 1959 120  9. Atl. Empoli 112.5  10. Safatletica 109  11. Atl. Lugo 107 12. La Fratellanza 104.

 

Diletta Fortuna oro nel disco/ Foto Ardelean

Risultati maschili

Settimo posto per Manuel Lando nel lungo con 6m28 e per Mattia Sartori nell’asta con 3m60. Ottava piazza per Stefano Quarshie nei 200 in 23″38 dopo una partenza non ottimale. Dodicesimo nei 3000 Lorenzo Villanova in 10’13″74 .

Risultati femminili 

Ottime le prove di Alessia Allegro nel lungo, quinta con 5m14, e di Giulia Rozzi nel giavellotto, stessa posizione con 34m37. Settima Emma Burlina nell’asta con 2m80.  Decima negli 800 Jessica Dal Santo in 2’35″40 chiamata a sostituire l’infortunata Stella Zambolin. Nona Maura Piazza nei 3000 con 11’02″91. Le ragazze della 4x 400 Maryrose Ezeobi, Alice Muraro, Leila Cattani e Virginia Brandy si difendono bene e chiudono quinte in 4’10″49.